La Governance

L’Istituto «mons. Andrea Fiore» è guidato dal Consiglio di Amministrazione dell’Associazione «Insieme per Educare». Affinché le diverse componenti dell’Istituto siano adeguatamente coinvolte nella sua gestione, il Consiglio di Amministrazione collabora con gli organismi collegiali costituiti nell’Istituto stesso secondo la legislazione scolastica italiana e a norma del Regolamento d’Istituto: il Consiglio d’Istituto, i Collegi Docenti, i Consigli di Classe – Interclasse – Intersezione.

a) Il Consiglio di amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione dell’Associazione « Insieme per educare » è il massimo organo di governo dell’Istituto «mons. Andrea Fiore», a cui competono in ultima istanza tutte le decisioni organizzative e didattiche, secondo il principio dell’autonomia e nel rispetto della legislazione scolastica, salvaguardando le prerogative del Collegio dei Docenti e in collaborazione con le rappresentanze dei genitori degli alunni. In particolare, il Consiglio di Amministrazione: predispone il bilancio consuntivo e il bilancio preventivo dell’Istituto; determina l’entità dei contributi richiesti alle famiglie degli iscritti, sentito il parere consultivo del Consiglio d’Istituto; regolamenta l’assunzione e la progressione di carriera dei docenti; esprime un parere vincolante sul Piano dell’Offerta Formativa, elaborato dal Collegio dei Docenti; redige e aggiorna il Regolamento d’Istituto, sentito il parere consultivo del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto.

b) Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio d’Istituto è costituito da rappresentanti dell’Ente gestore, della Direzione, dei docenti e dei genitori designati secondo le norme del Regolamento d’Istituto.

Il Consiglio d’Istituto: su relazione del Consiglio di Amministrazione, esprime un parere consultivo sul bilancio consuntivo, sul bilancio preventivo e sull’entità dei contributi richiesti alle famiglie degli iscritti per l’anno scolastico successivo; avanza suggerimenti al Collegio dei Docenti per il Piano dell’Offerta Formativa e al Consiglio di Amministrazione per il Regolamento d’Istituto; su proposta del Collegio dei Docenti, adotta il Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto; su proposta del Consiglio di Amministrazione, adotta il Regolamento d’Istituto e ne recepisce gli aggiornamenti.

c) Il Collegio Docenti

Il Collegio dei Docenti è costituito da tutti i docenti delle Scuole dell’Istituto « mons. Andrea Fiore » , secondo le articolazioni previste dal Regolamento d’Istituto.

Il Collegio dei Docenti: su proposta dei Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione, approva le uscite didattiche e i progetti interdisciplinari di ogni classe nell’ambito del Piano dell’Offerta Formativa; sentito il parere consultivo dei Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione e del Consiglio d’Istituto e recepito il parere vincolante del Consiglio di Amministrazione, elabora il Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto, adottando contestualmente i libri di testo necessari; avanza suggerimenti al Consiglio di Amministrazione per il Regolamento d’Istituto.

d) I Consigli di Classe / Interclasse / Intersezione

I Consigli di Classe / Interclasse / Intersezione sono costituiti dai docenti e dai rappresentanti dei genitori, secondo le articolazioni previste dal Regolamento d’Istituto.

I Consigli di Classe / Interclasse / Intersezione hanno il compito di monitorare e coordinare l’attività didattica in ogni suo aspetto: sviluppo del curriculo, dinamiche dei gruppi (classi o sezioni) e con la partecipazione dei soli docenti verifica dell’acquisizione delle competenze da parte dei singoli alunni.

e) Risoluzione dei conflitti

In ogni processo di decisione il Consiglio di Amministrazione coinvolge gli organismi collegiali interessati, nel rispetto delle competenze di ciascuno e nella ricerca di soluzioni condivise. In caso gli indirizzi del Consiglio di Amministrazione su singole questioni contrastino con gli indirizzi espressi dal Consiglio d’Istituto o dal Collegio dei Docenti, questi ultimi organismi sono invitati a riformulare le loro proposte sulla base delle indicazioni del Consiglio di Amministrazione. Se in seguito a tale riformulazione, il dissenso del Consiglio d’Istituto o del Collegio dei docenti permane, spetta al Consiglio di Amministrazione dell’Associazione assumere una decisione definitiva.