Mission

LE FINALITÀ EDUCATIVE DELL’ISTITUTO


L’Istituto “mons. Andrea Fiore” è gestito dall’Associazione “Insieme per educare”, ente ecclesiastico civilmente riconosciuto costituito nel 2001 per iniziativa della diocesi di Cuneo e della Congregazione delle Suore di S. Giuseppe, che ne sono i soci ordinari.

Dal punto di vista culturale, l’Associazione vuole realizzare una proposta formativa caratterizzata da una precisa identità cristiana, nel rispetto della legislazione e delle indicazioni del sistema pubblico nazionale dell’istruzione. Il Vangelo di Gesù offre infatti una chiave di lettura particolare attraverso cui è possibile riscoprire la qualità globale dell’educazione umana, che non può limitarsi soltanto a trasmettere conoscenze e abilità, ma che deve soprattutto introdurre alla speranza, e dunque al senso complessivo della vita.

In quanto scuola cattolica dunque, l’Istituto imposta la sua attività alla luce della concezione cristiana della vita e della realtà e riconosce la famiglia come luogo primario dell’educazione ricercandone una stretta collaborazione in un clima di reciproca stima e fiducia.

Attraverso la cultura dell’incontro la scuola si propone di:

  • valorizzare la centralità della persona considerata nella sua interezza e come dono di Dio;
  • curare la qualità della relazione educativa;
  • promuovere una didattica attiva e inclusiva volta allo sviluppo della personalità dei bambini/ragazzi a livello umano, sociale e morale, nel rispetto dei personali ritmi di crescita.

LA PAROLA D’ORDINE: CONTINUITÀ


La continuità tra i diversi ordini di scuola dell’Istituto permette un passaggio graduale verso nuovi livelli d’istruzione.

La comunicazione costante tra gli insegnanti, il “progetto educativo – religioso” comune e graduale di questo Istituto fanno sì che la proposta formativa accompagni gli alunni in un cammino di crescita costruttivo e sereno, a partire dalla Sezione Primavera fino alla Scuola secondaria di I grado.

Inoltre, la visione della continuità si declina anche nel progetto dello sviluppo e del potenziamento della lingua inglese, a cominciare dalla scuola dell’infanzia con attività mirate all’insegnamento delle prime parole in lingua inglese, passando quindi alla scuola primaria con l’introduzione della metodologia CLIL in alcune materie con insegnanti madrelingua e infine alla scuola secondaria affiancando il docente delle discipline interessate con un’insegnante madrelingua. In questo modo si approfondiscono parallelamente i contenuti delle discipline insieme all’espressione in lingua inglese.

Gli insegnanti di tutte le scuole dell’isituto operano al fine di favorire l’acquisizione di conoscenze e abilità nel rispetto dei ritmi di apprendimento di ogni singolo bambino e ragazzo. La vera conquista di questo cammino è il “sapere stare al mondo”, proponendo lo sviluppo di competenze scolastiche nei diversi ambiti grazie ad una progettazione “verticale”, volta al raggiungimento degli obiettivi prefissati.


⇑ TORNA A INIZIO PAGINA