NO AL BULLISMO

La GIORNATA NAZIONALE CONTRO  IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO si celebra il 7 febbraio su iniziativa del MIUR per capire, intervenire e prevenire questo attuale quanto triste  fenomeno sociale. Un’esperienza di sofferenza quotidiana per troppi ragazzi: il 68% di loro dichiara di aver assistito ad episodi di bullismo o cyberbullismo, mentre ne è vittima il 61%. Il bullismo è la manifestazione di una forma di aggressività caratterizzata da intenzionalità, vulnerabilità della vittima, sistematicità e persistenza nel tempo. Il cyberbullismo è il bullismo perpetrato in rete: i bulli possono raggiungere le vittime predestinate direttamente nelle loro case, “materializzandosi” in ogni momento, e perseguitando le vittime con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web via Internet. In ambito di Bullismo e Cyberbullismo, ultimamente si è presentato e manifestato un ulteriore fenomeno: il body shaming.

Al fine di promuovere  una riflessione attiva ed una sensibilizzazione al tema, tutte  le classi della scuola secondaria di I grado hanno partecipato ad un  incontro online con  la scrittrice Cinzia Capitanio, grazie alla quale hanno potuto approfondire questo importante tema, anche attraverso la letteratura e la narrativa.